Sarà ‘caro estate’: dagli hotel ai voli aumenti fino al 50%

10 mesi ago Tourism Manager Commenti disabilitati su Sarà ‘caro estate’: dagli hotel ai voli aumenti fino al 50%

Dai gelati allo spritz, dagli aerei al giardinaggio, passando per hotel, ristoranti e stabilimenti balneari: questa estate tutto costerà di più, con un picco che raggiungerà quasi il 50% per i voli aerei. A fare i conti sul ‘caro estate’ è uno studio realizzato dal Codacons secondo cui l’aumento va dal 15,5% per una birra al 26,8% di un pacchetto vacanza, passando per il 10-15% dei servizi in spiaggia.

Dunque i trasporti rappresentano il capitolo più pesante per le tasche dei cittadini. Acquistare un volo per una località estera costa oggi in media il 46,6% rispetto allo scorso anno, quelli nazionali del 49,3%. Va meglio invece per i treni: i biglietti in questo caso segnano un aumento del 6%. Rincari anche per il settore nautico: imbarcazioni, motori fuoribordo ed equipaggiamento per imbarcazioni registrano un +12,6%.



Oltre ai pacchetti vacanza, anche per gli alloggi il trend è al rialzo: gli alberghi hanno ritoccato le tariffe del +15,5%, villaggi vacanze e campeggi del +7,4%, mentre per cenare al ristorante si spende il 5,9% in più. In spiaggia poi il Codacons stima un aumento delle tariffe per l’affitto di lettini, ombrelloni e sdraio, e per le consumazioni presso i lidi (bibite, gelati, acqua, ecc.) con rincari medi tra il +10% e il +15% rispetto al 2022.

“Il nostro studio certifica purtroppo un trend al rialzo per tutti i beni legati all’estate, e anche se l’inflazione dovesse
scendere nelle prossime settimane, i prezzi dei beni e dei servizi legati al periodo estivo saliranno tra giugno ed agosto
per effetto della maggiore domanda e di fattori stagionali”, afferma il presidente Carlo Rienzi.

(Fonte: travelnostop.com)