Cerca Hotel a Stromboli

1 anno ago admin 0

Tutti gli hotel dell'isola di Stromboli

#STROMBOLI, il vulcano millenario

Il fuoco e il vento: miti, leggende e colori delle isole Eolie, Le isole del fuoco

Il ROSSO del fuoco è il colore di Stromboli, geologicamente la più giovane delle Eolie, nata 40.000 anni fa in fasi successive fra emersioni e sprofondamenti.

Stromboli è uno dei rari vulcani al mondo attivo ininterrottamente da 2.000 anni, tanto da indurre i vulcanologi a definire l'attività continua e moderatamente esplosiva, con saltuarie emissioni laviche "attività stromboliana", riferita ad analoghe manifestazioni vulcaniche in tutta la terra, sia passate che presenti.

Secondo la mitologia, Eolo, che aveva eletto la propria dimora presso le Eolie, riusciva a prevedere le variazioni del tempo osservando la nube di vapori che emanava Stromboli, la cui forma, ancora oggi è condizionata dall'evoluzione della pressione atmosferica; fin dall'antichità, Stromboli veniva chiamata dai naviganti il "faro del Mediterraneo", in quanto l'attività vulcanica è stata sempre visibile di notte anche da lunghe distanze.

Oggi l'antica Strongyle, ovvero "la rotonda", pur essendo piuttosto refrattaria al turismo nel senso classico del termine, attira ogni anno migliaia di visitatori che effettuano l'escursione, soprattutto in notturna, a poche centinaia di metri dalla bocca eruttiva; lo spettacolo naturale delle ceneri bollenti, delle scorie fiammeggianti alte decine di metri e dei lapilli incandescenti che ricadono in modo pirotecnico ad intervalli di alcuni minuti, rischiarando le tenebre con sinistre lingue di fuoco, incute brividi e terrore anche dal mare.

Le spiagge di Stromboli sono estremamente affascinanti, come quella di Scari, con i suoi ciottoli di lava o quella di Ficogrande, dalla finissima sabbia nera. Sul lato opposto dell'isola, a sud ovest, sorge il piccolo villaggio di Ginostra, raggiungibile solo via mare attraverso il suo minuscolo porto, il Pertuso (buco, in dialetto siciliano), che si fregia del primato di "porto più piccolo del mondo".

Quando il vulcano si sveglia periodicamente, le poche decine di abitanti di Ginostra, troppo vicine alla Sciara del Fuoco, vengono evacuate fino a quando, terminata l'attività parossistica di Stromboli, possono ritornare alle loro case, veri e propri eremi di quiete, ai quali nessuno di loro saprebbe rinunciare.

A meno di un miglio a nord est di Ficogrande, si erge, come un castello abitato da streghe, lo scoglio di Strombolicchio, nato da una delle più antiche manifestazioni vulcaniche delle Eolie 360.000 anni fa, oggi sede di un grande faro marino, alimentato ad energia solare, raggiungibile con oltre 200 scalini.

Vedi anche - Alberghi a Stromboli